venerdì 3 gennaio 2014

La rosa del mare - Mini estratto

Mi feci una doccia velocemente. Non vedevo l’ora di mostrare l’anello che Tommaso mi aveva regalato. Appena uscì dal bagno con addosso ancora l’asciugamano lo vidi steso nudo sul letto.“Sei pronto?” lo presi in giro.“Si, che dici sto bene o avranno da ridire?” mi rispose stando al mio gioco.“Beh, forse le signore no” dissi maliziosa.Scoppiò a ridere divertito dalla mia battuta, ma dopo un minuto il sorriso lasciò il posto a due occhi infuocati. Conoscevo quello sguardo. Mi voleva e subito anche.“Vieni qui!” mi sussurrò con la voce grossa.“Tommaso è tardi!” cercai di farlo ragionare.“Ma chi se ne frega!” ringhiò. “Mi fai venire sempre più voglia”.Si mise a sedere sul letto e mi afferrò un braccio trascinandomi a lui. Mi sfilò l’asciugamano lasciandomi nuda e mi fece sedere a cavalcioni su di lui, con il viso di fronte al suo.“Ma davvero ti è piaciuto prima? Sai non sapevo proprio come si faceva” gli dissi intrecciando le mie dita ai suoi capelli neri.“Cavolo, meno male! Pensa se lo sapevi fare” sorrise facendo scendere le sue mani dalla vita alle natiche.“Voglio imparare e fare tutto con te amore mio, voglio soddisfarti ogni fantasia, ogni voglia” gli dissi con la voce bassa mentre muovevo i miei fianchi strofinandomi sul suo membro già eretto.“Oh piccola, sei tu la mi fantasia, la mia unica voglia” mi rispose con gli occhi languidi.“Non ti stancherai mai di me?”“Impossibile, sono malato di te. E tu non ti stancherai mai di me?” mi chiese tirandomi a sé possessivamente.“No mai!” risposi senza pensarci un attimo.“Sicura?” mi incalzò ancora, stavolta strizzandomi forte le natiche.“Certo amore mio” gli risposi baciandolo dolcemente sulle labbra.

Nessun commento:

Posta un commento